Cani e caldo: ecco come affrontare l’estate

Cani e caldo: i consigli per affrontare l’estate

Cani e caldo: finalmente è arrivata la bella stagione e il tempo passato all’aperto con il proprio animali domestici diventa un piacevole momento di condivisione. Ci sono però alcune problematiche che i nostri animali, e noi con loro, devono affrontare e che non possono essere assolutamente sottovalutate se si vuole salvaguardare la salute del proprio amico a quattro zampe.

Il caldo è uno dei punti critici: a tutti piace passare una giornata di relax sotto il sole ma per i nostri animali domestici l’afa può diventare un vero e proprio pericolo. Ti diamo quindi qualche consiglio per gestire al meglio il difficile rapporto cane e caldo e rendere l’estate meno difficile per il tuo pet.

Cosa fare per aiutare il proprio cane?

Il caldo può diventare un vero nemico per il nostro cane ma bastano piccoli e semplici accorgimenti per aiutare il nostro amico a quattro zampe a passare un’estate sicura e senza stress. Eccone qui alcuni:

  1. Evitate le passeggiate nelle ore più calde della giornata: possono essere pericolose per lui e per voi. Meglio aspettare e godersi la frescure del tramonto!
  2. Non lo fate camminare sull’asfalto rovente: rischia di ferirsi e bruciarsi i polpastrelli. Per prevenzione, è meglio munirsi di unguenti e pomate, previo consulto col veterinario.
  3. Portate sempre con voi dell’acqua, in modo tale che possa bere spesso.
  4. Non lasciatelo MAI in macchina, neanche per 10 minuti! I cani non sudano e non riescono ad abbassare la loro temperatura corporea. Anche pochi minuti possono risultare fatali per i nostri amici!
  5. Se volete portarlo con voi al mare, munitevi di un ombrellone per poterlo coprire ed evitargli insolazioni.

Cani e caldo, cosa fare in caso di colpi di calore

E se prende un colpo di calore? Niente panico. Può capitare, bisogna però rimanere lucidi per poter aiutare il nostro pet. State attenti ai segnali: se il cane vi sembra affaticato, con un’eccessiva salivazione e schiuma intorno al muso, portatelo subito in una zona ombreggiata e cercate di rinfrescarlo con panni bagnati e facendogli bere dell’acqua. Attenzione: non usate ghiaccio o acqua troppo fredda. La temperatura deve abbassarsi gradualmente e non di colpo, per evitare conseguenze peggiori.

Insomma, caldo sì ma con le dovute precauzioni per un’estate serena per lui e per voi.

TRA RHODESIAN RIDGEBACK E’ TUTTO PIU’ BELLO

Avete visto quanto sono giocherelloni i Rhodesian con gli altri cani? Appena si incontrano in un grande prato inizialmente si guardano alla ” ehi tu, chi sei, sei pericoloso?” superato quell’istante di titubanza nei confronti del nuovo peloso il Rhodesian si tufferà in una corsa così veloce da fare invidia ai cavalli dell’ippodromo. difficilmente gli altri cani riusciranno a stargli dietro.

Soprattutto in curva potrete notare la scaltrezza con cui il Rhodesian si metterà in diagonale facendo una derapata pazzesca mentre un povero Bulldog americano tenterà una rovinosa frenata finendo nei cespugli per poi uscirne soddisfatto e continuare a giocare con il RR che al posto delle zampe sembrerà avere le molle e non si fermerà un secondo.

L’incontro tra 2 Rhodesian 

Bene veder giocare un RR con un altro cane è sempre bellissimo, ma avete mai visto l’incontro tra due RR?E’ qualcosa di imparagonabile, i due esemplari si riconoscono a distanza, e vi assicuro che la titubanza iniziale non vi sarà affatto, inizieranno a giocare dal primo momento, e vederli insieme è veramente bellissimo.si vede proprio una diversa sintonia, nei movimenti, nella corsa, nel gioco.si capiscono in tutto e vi assicuro che preferiscono giocare con un solo rr rispetto ad un gruppo di altri cani.

Potrete notare delle curve bellissime equiparabili alle curve della moto GP. vi parla solo della corsa perché in particolare quello è il gioco che preferiscono, bella la palla eh, i giochi, i bastoni, ma sono tutte scuse per poi iniziare a correre all’impazzata .Sono cani estremamente agili e forti con tante energie e non ci sta modo migliore di scaricarsi che giocare con un altro RR.

Storie di vita quotidiana con un Rhodesian Ridgeback: RHODESIAN E SCONOSCIUTI VS BLONDIE E SCONOSCIUTI

Storie di vita con un Rhodesian; Blondie

Tutte le guide sui Rhodesian Ridgeback sottolineano la loro diffidenza nei confronti degli estranei.

 Essi infatti si mostrano superiori e li guardano alla “uh guarda che schifo un umano”.

Ecco tutto ciò è verissimo, ma ci sono pur sempre delle differenze dettate dal carattere stesso del cane. Oggi infatti vi voglio far conoscere più nello specifico una delle nostre cagnette, Blondie.  Lei è stata la prima RR ad entrare in casa nostra, quindi eravamo pronti a farla socializzare il più possibile per non avere problemi con gli estranei.

Ecco diciamo che lei questa diffidenza non l’ha mai avuta. Appena vede un estraneo entrare in casa in nostra compagnia, vuole assolutamente presentarsi anche lei, che cane educato penserete, si ma una cosa che lei ignora è che non tutti vogliano riempirla di attenzioni. Essendo una cagnetta molto orgogliosa e sensibile tende anche ad offendersi facilmente, e vi assicuro che ve lo farà notare. Ha una peculiarità tutta sua, se non viene accarezzata inizierà a fare piccoli ululati ( e se non vi sbrigate a farla sentire apprezzata diventeranno mooolto grandi) per attirare la vostra attenzione, avete presente quei video divertenti degli Husky che “chiacchhierano”? ecco lei fa uguale.

Una volta venne un muratore a casa che però non aveva molta dimestichezza con i cani quindi non ha minimamente ascoltato le richieste di Blondie, la quale molto stizzita è venuta a chiamarci facendoci capire che appunto l’estraneo non l’aveva guardata, la sua espressione diceva a caratteri cubitali ” mamma ti rendi conto che si è permesso di non farmi una carezza? digli qualcosa a questo maleducato. “Fortunatamente Blondie è una cagnetta molto equilibrata per niente invadente e molto educata ma in giovane età si sa che sono più esuberati. 

Ecco a 6 mesi andammo per la prima volta in un centro commerciale dove tutti la accarezzavano e lei camminava fiera alla “si sono io la star” , fin qui tutto bene, peccato che i Rhodesian Ridgeback cuccioli soprattutto (anche da adulti non cambiano molto) sono estremamente curiosi e lì per lì una signora con una gonna attirò la sua attenzione. Noi le passammo accanto senza problemi perché non ci eravamo minimamente accorti di quanto quella gonna avesse attirato l’attenzione di Blondie. Ed è successo ciò che potete immagine, appena la signora è stata a portata di naso Blondie ha deciso di curiosare sotto quell’indumento tanto bello e svolazzante, il tutto correlato da sniffata potente. potete immaginare le nostre facce  sconvolte e mortificate mentre Blondie soddisfatta si faceva accarezzare dalla signora che, dopo un primo momento di sorpresa, si è messa a ridere alla vista di una piccola e scodinzolante cucciolotta curiosa. In conclusione vi posso solo dire che lo standard è una base, ma ognuno ha il proprio carattere. La diffidenza di cui parla lo standard è limitata ai primi 2 min di conoscenza, poi l’invitato non sarà più vostro amico ma LORO amico.

Storie di vita quotidiana con i Rhodesian Ridgeback

I Rhodesian Ridgeback sono cani forti , agili, eleganti e danno poca confidenza.

In tanti articoli che troviamo o nella declinazione dello standard di razza leggiamo quasi sempre queste cose : sono sicuramente così , in esposizione o quando stanno fermi a puntare ogni minimo animaletto che si muove nel raggio di chilometri. Ma sveliamo la cruda verità, quando vedono una qualunque cosa minimamente commestibile ed appetibile perdono questo velo di eleganza.

Alla vista del cibo potrebbero fare qualunque cosa, provate a convincere un RR a sedersi senza un premietto, vi guarderà schifato e se ne andrà senza il minimo interesse. Ora provate a fargli la stessa richiesta con una bella fetta di prosciutto in mano, vi guarderà come Dio sceso in terra ( meglio detto, guarderà il prosciutto così, voi sarete solo il bipede con in mano quel bocconcino succulento). Non solo si metterà seduto, ma eseguirà tutti i comandi che gli avete insegnato senza che voi glieli chiediate.

Ebbene sì, il Rhodesian  Ridgeback potrete farlo mangiare anche otto volte al giorno, ma per lui sarà sempre troppo poco. E dovete sapere che farà di tutto per avere del cibo in più. Nessuna barriera fisica potrà fermarlo dal raggiungere il sacco di pappa, sono dei veri e propri diavoletti, molto ma molto testardi.

Non a caso se mettete la pappa all’interno di un bidone dopo qualche giorno potrete notare dei graffi o dei segni di morsi sul contenitore, perché avrà sicuramente provato a raggiungere la pappa mordicchiando il bidone; probabilmente non ci riuscirà ma sicuramente un tentativo lo farà. Avrete sicuramente notato quanto sono convincenti gli occhioni dei cani che vi guardano mentre mangiate, ecco anche il Rhodesian Ridgeback vi fisserà alla stesso modo, ma non solo, se non gli darete neanche un pezzetto di quel che state mangiando si offenderà a morte.

Sì, sono cani davvero molto rancorosi e quel pezzo di salame lo volevano loro, potrete fargli tutte le coccole che volete ma vi guarderanno sempre con la faccia “ehi umano, coccolami ma non mi dimentico che hai finito TUTTO il piatto senza darmi nulla”. In sintesi i cani sono i migliori amici dell’uomo, i Rhodesian Ridgeback sono i migliori amici del cibo e poi, solo poi, dell’uomo .

Navigazione articoli